Marte presidiendo la rueda de los planetas

IL SIMBOLISMO DELLA RUOTA

Federico González

INDICE
Nota
Tavola di Smeraldo - Massima di Basilio Valentino - Inno alle Muse
PRIMA PARTE
 Capitolo   I Sui Simboli e la Simbolica
 Capitolo II Il Simbolismo della Rota:
1) Alcuni aspetti del Simbolismo della Ruota
2) Altre modalità del Simbolo della Ruota.
 Capitolo III Prospettive dall'Arte
(Cuaderno iconografico) Nuovo
 SECONDA PARTE
 Capitolo IV       La Tradizione Ermetica
 Capitolo  V       Due Modelli Simbolici Ermetici:
1) Il Tarocco
2) L'Albero della Vita Sefirotico
 Capitolo VI       La Ruota e le sue Relazioni con altri Simboli Tradizionali
 TERZA PARTE
 Capitolo VII       Cicli e Ritmi
 Capitolo VIII       Le Due Metà del Modello Cosmico
 Capitolo  IX       Conclusione
  Bibliografia Fondamentale
   

*
*    *

NOTA

Questo libro si iniziò a scrivere a Kathmandu (Nepal), nell’aprile del 1980, come una sintesi di ciò che era stato espresso in vari anni di conferenze e corsi, in particolare quelli impartiti all’ Universidad Autónoma de México (Casa del Lago), alla fondazione Joan Miró di Barcellona e al Centro di Studi di Simbologia di questa città. I capitoli rimanenti sono stati scritti in India, Spagna, Argentina e Messico, vale a dire nel corso di viaggi in cui l’autore non poté sempre contare, come avrebbe voluto, sull’apparato bibliografico necessario per la loro redazione. Tuttavia, posteriormente è stata verificata la quasi totalità delle fonti e delle citazioni.


*
*    *


1. È vero, senza menzogna, certo e verissimo: ciò che è in basso è come ciò che è in alto, e ciò che è in alto è come ciò che è in basso, perché si compiano i miracoli di una sola cosa.

2. Così come tutte le cose procedono dall’Uno, per la contemplazione dell’Uno, così tutte le cose risultano da questa cosa unica per adattamento.

3. Suo padre è il Sole, sua madre è la Luna, il Vento lo portò nel suo ventre, la sua nutrice è la Terra.

4. È il padre di tutte le meraviglie del mondo intero.

5. Il suo potere è perfetto quando è convertito in terra.

6. Separa la Terra dal Fuoco e ciò che è sottile da ciò che è grossolano, delicatamente e con molta cura.

7. Ascende dalla Terra al Cielo, discende nuovamente alla Terra, e unisce i poteri delle cose superiori e di quelle inferiori. In questo modo possederai la gloria del mondo intero e tutta l’oscurità si allontanerà da te.

8. Questa è la forza di tutte le forze, perché vince tutto ciò che è sottile e penetra tutto ciò che è solido.

9. In questo modo fu creato il mondo, il mondo piccolo a somiglianza di quello grande.

10. Per questo, si opereranno così adattamenti prodigiosi, i cui mezzi si trovano qui stabiliti.

11. Per questo sono chiamato Ermete Trismegisto, perché possiedo le tre parti della Filosofia del mondo intero.

12. È terminato e completo ciò che ho detto riguardo all’opera del Sole.

Tavola di Smeraldo,
attribuita a Ermete Trismegisto.
 

 
 
 

"Visita le viscere della Terra, e rettificando troverai la pietra occulta."

Massima di Basilio Valentino (alchimista del secolo XV).

"Cantiamo la luce che conduce gli uomini sul cammino del ritorno;
glorifichiamo le nove figlie del grande Zeus,
dalle luminose voci;
cantiamo a queste vergini che,
per la virtù delle pure iniziazioni
provenienti dai libri, che risvegliano l’intelligenza,
strappano dalle dolorose sofferenze della terra,
le anime che errano sul fondo dei pozzi della vita."

Proclo: Inno alle Muse


Indice